CRESCIUTO DA UNA FAMIGLIA DI FORTI VALORI CRISTIANI

28.05.2016 07:17

La Chiesa non privilegia più come modello il Cristo , il Cristo è una esperienza superata , vecchia di 2000 anni di storia , non più attuale , un modello da rottamare secondo il modo di esprimersi del modaiolo partito del tutto fare che governa questo povero Bel Paese sempre più votato al decadimento ed alla subordinazione . La chiesa particolare di questa realtà provinciale e periferica privilegia individuare nell’uomo , nei soggetti i suoi dei , i suoi modelli ,ecco che ci vengono proposti da anni i modelli di famiglie e le famiglie modello alle quali le altre famiglie devono guardare con ammirazione e soprattutto sottomettersi ai loro dettami , perché lo dicono i mestieranti del sacro . Queste sono portatrici dei valori cristiani e hanno il compito di coadiuvare i mestieranti del sacro , i sacerdoti del tempio , gli viene conferita una posizione di rilievo e dominante all’interno delle comunità , sono inamovibili , godono delle attenzioni dei sacerdoti dei tempio e da essi sono indicate come i modelli da imitare . Accanto a queste vi sono i buoni fedeli ,anch’essi portatori dei valori cristiani , in essi si riconoscono i pensionati di lusso , quelli che vengono anche stipendiati o rimborsati per il lavoro che svolgono in diocesi dai mestieranti del sacro , questa ingiustizia fatto l’ ho denunciata più volte ( in questo squallido sito come in diocesi è indicato ). Chi , pensionato , sottrae possibili posti di lavoro ai giovani a detta di papa Francesco toglie la dignità a chi ne ha diritto perché il lavoro è dignità e un pensionato cristiano di fronte a ciò deve adoperarsi affinchè il lavoro venga distribuito equamente . Entrambi , modelli di famiglie o famiglie modello e i buoni fedeli compongono la buona borghesia locale , perbenisti , benpensanti , al servizio del potere ecclesiale , scribi , farisei e sacerdoti del tempio . Tra queste due categorie non può mancare quella dei preti modello , un esempio sono quelli che vivono mantenuti nelle facoltà teologiche senza concludere nulla a spese delle associazioni cattoliche , o concludendo il loro biennale percorso di studio oltre il tempo previsto, alcuni sono al quinto e si aspetta ancora l’ esito finale che per alcuni non è mai arrivato ( una forma di parassitismo )….. quando si dice la serietà . Ma dei preti modello (quelli indicati alla venerazione dei buoni fedeli e alle famiglie modello o ai modelli di famiglie ,perché indicarli ad altri che frequentano le chiese locali ne sono rimasti pochi che chiamerei gli occasionali ) siamo arrivati al pubblico elogio a mezzo stampa , stampa partigiana naturalmente , il giornale diocesano . Il vicariato generale che firma , in questi giorni , il comunicato stampa di nomina di un nuovo parroco , partigianamente evidenzia che questo è stato “ cresciuto da una famiglia di forti valori cristiani “ . I bravi soldatini , trascrivono pari , pari il comunicato della proprietà del giornale ( di comunicati sballati l’editore ci ha già abituati e siamo anche abituati alla smentita ) e siccome non si muove foglia senza che monsignore non voglia , prendiamo atto che viene proposto soprattutto per il clero , la figura del prete modello . Chissà cosa pensa monsignore delle famiglie degli altri preti ? Devo chiedere a mia madre se mi ha cresciuto con forti valori cristiani , forse sì perché rimasto vedovo , lavorando , crescendo tre figli e assistendo ancora i miei genitori , non risposandomi sono divenuto prete , per volontà di Dio e per la sensibilità del vescovo che ha preceduto questo . Io forse mi illudo di essere cresciuto da una famiglia di forti valori cristiani , magari monsignore che consulta la sfera di cristallo ha visto qualcosa che non va nella mia educazione cristiana , ma con me ci sono tanti altri tutti quelli per i quali non si è speso nella sviolinata pubblicata ( proprio da bomba ) infatti dei parroci ultimamente nominati non si è fatto riferimento alla loro educazione ai forti valori cristiani ….. mal comune mezzo gaudio , c’è sempre da imparare in questo mondo , ma io preferisco imparare dalla Scrittura e non dalle parole dell’uomo , spesso , spessissimo , sempre fallaci , non veritiere come chi firma quell’articolo ha dimostrato e continua a dimostrare ( sbagliare è umano , diabolico perseverare ) . Ho fatto una piccola ricerca delle famiglie che la Chiesa Cattolica ne ha indicato le virtù eroiche e non ho riscontrato cognomi biellesi , le voglio ricordre al vescovo , perché forse non è informato , quindi lo invito a documentarsi e non mettere in giro nominativi che poi , magari deve smentire , né ha il diritto di santificare nessuno prima che la Chiesa si pronunci . La Chiesa ha riconosciuto le virtù eroiche di due famiglie : i coniugi della famiglia Martin ( mamma e papà di Santa Teresa di Lisieux , Louis Martin e Marie Azélie Guerein ) che sono stati proclamati santi mentre i coniugi della famiglia Beltrame Quattrocchi Luigi e Maria Corsini sono stati proclamati beati . Concludo dichiarandomi obbediente a ciò che la Santa Chiesa Cattolica mi propone in materia di santità e astenendomi da ciò che mi propone questa chiesa locale in materia di santità , perché non avallato dalla Chiesa Cattolica Romana . Ma soprattutto dichiaro che il mio unico modello , come prete e fedele ( anche se cattivo ) resta solo e sempre il Cristo .