I BRAVI

09.09.2016 06:14

E’ già finita l’emergenza terremoto …. siamo già in campagna referendaria . I telegiornali nazionali , in mano ormai saldamente al Presidente del Consiglio, attraverso la schiera dei suoi nominati ( i “ bravi “ di don Rodrigo di manzoniana memoria ), nella propaganda più subdola ci informano che il governo ha già risolto l’emergenza , tra sette mesi le case provvisorie dopo la provvisoria sistemazione in albergo …. e intanto si critica il modello L’Aquila ( dove tra l’altro se non ricordo male i tempi furono minori ) …. La gente nelle regioni colpite dal sisma, è sotto la pioggia e attendono l’arrivo dell’inverno con le abbondanti nevicate , ed è stata affidata ,non certamente alle promesse di Dio … ma purtroppo dell’uomo , cioè a promesse fallaci … a promesse disattese che resteranno solo sulla carta , soprattutto dopo le votazioni referendarie . La campagna elettorale è già iniziata sfruttando anche il sisma , già ….. si dice già …. a L’Aquila tutto il male , in Emilia Romagna tutto il bene ( anche se i due sismi , per numero di deceduti , sfollati e forza devastatrice non sono rapportabili ) …. e così bene … che è stato nominato, a gestire l’emergenza sisma , l’ex governatore di quella Regione oggi disoccupato e aderente alla corrente di opposizione interna al partito di cui il Presidente del Consiglio , tra le altre cose è anche segretario …… anche qui campagna elettorale , propaganda interna , si cerca in tutti i modi di ricucire , sulle spalle di quella gente che ha perso tutto , una immagine di unità e di recuperare con incarichi vari il dissenso interno. Nel paese poi il governo , attraverso una propaganda martellante degna dei totalitarismi del secolo scorso , sbandiera i una raffica di proposte prima fra tutte …. l’aumento delle pensioni minime , non si capisce se il doppio o solo una manciata di Euro …. una sorta di elemosina mensile ….. poi l’abbattimento delle tasse (quello lo propongono tutti , proprio tutti , è il cavallo di battaglia dei populisti ) ….. la messa in sicurezza di tutte le case … Casa Italia …. quando a crollare sono gli edifici pubblici messi in sicurezza ….. demagogia condita e urlata con un metodo e un linguaggio che più si addice ad un venditore di pentole , che ad un uomo politico che si definisce statista . Poi il tentativo di rifarsi la verginità ( persa sulla strada da decenni ) , attribuendo al movimento penta stellato ogni nefandezza , vedere negli altri ciò che sono stati loro , quindi le accuse e l’attribuzione ad altri dei loro peccati , fa pena sentire dire che i penta stellati sono coordinati da una holding , come se il partito di governo non si comportasse come tale … il caso dell’ex sindaco della Capitale docet …. ed è proprio chi ha peccato che scaglia la prima pietra ….. l’incapacità e l’onestà vorrebbero che questa gente ,che ha governato per decenni la città ( e il Paese ) e che l’ha portata al livello in cui il nuovo sindaco se l’è dovuta prendere in carica , sarebbe educativo che costoro ammettessero pubblicamente la loro incapacità , l’incapacità delle varie giunte che si sono succedute sugli scanni del Campidoglio …. non a caso il loro candidato sindaco di opposizione ha ricevuto il più basso numero di voti che la città nel corso degli ha espresso, oltre a indurre un cospicuo numero di elettorato, con il loro arrogante e spocchioso comportamento , a non esprimere il loro voto . La prossima settimana o quella successiva tenteranno anche di ricucire lo strappo con l’Associazione Partigiani ( l’ANPI ) , magari versandosi un po’ di cenere sul capo , un comportamento tipicamente democristiano che gli ex comunisti dovranno trangugiare ? Ai posteri l’ardua sentenza ha scritto Manzoni …. poi la leopolda ….. il recinto dove i cani pastori radunano il gregge per mungerlo e tosarlo ….. Intanto , in Europa , le frontiere dopo avere nuovamente abbassato le sbarre e controllato i documenti di identità , si sostituisce la rete metallica ed il filo spinato con l’innalzamento di muri e lo schieramento degli eserciti lungo i confini di Stato . L’ISTAT , concorda con le opposizioni sulla decrescita e il corteggiamento allo stato forte dell’Europa , portando a spasso il suo leader tra le meraviglie della natura e del nostro Paese e le aziende dei poteri forti , non ha sortito nulla , se non uno sbilancio per via della calamità naturale che il nostro Paese ha subito e , mentre il premier incassa l’assegno che l’Europa ha deciso di elargire ( e non quello che con tono sprezzante e arrogante era stato reclamato : “ …. in Europa ci prenderemo quello che ci occorre … “ linguaggio tipico dei bulletti di quartiere non certo di uno statista ) non abboccando ai piagnistei di una classe politica che accusa gli altri di essere dilettanti allo sbaraglio dimenticando se stessi . E su questo, ricordiamo che la sinistra è stata , per antonomasia , la maestra dell’autocritica ; mentre oggi si è lasciata sovrastare dall’arroganza liberale e dal piagnisteo democristiano . E’ vero , e ogni giorno che passa sono sempre più convinto di personalizzare questo voto referendario ,abbiamo la possibilità di liberarci di questi signori , riacquistando la nostra libertà di dissenso , rispettando la Carta Costituzionale e riappropriandoci del gusto di dire ai signori dei si ……. NO !